Anelli laminati

Anelli laminati, La laminazione a caldo – Rappresentanze industriali per aziende di anelli laminati

Prodotti rappresentati
Laminati a caldo, Laminati acciaio, Anelli laminati a caldo, Laminazione acciaio, Laminazione circolare, Laminato a caldo, Forgiatura anelli

È un processo di lavorazione meccanica eseguito per ridurre lo spessore della lamiera o il diametro del tondo di acciaio.

Materiali usati e loro preparazione
Il materiale di partenza può essere una bramma, un blumo (ormai in disuso) o billetta, ottenuti dalla solidificazione dell’acciaio in appositi impianti di colata continua; il materiale di partenza viene riscaldato e dev’essere portato alla temperatura di massima plasticità.
Lavorazione
Il processo consiste nel far passare il materiale tra una coppia di rulli tenuti ad una distanza minore dello spessore del materiale. Tali rulli sono in realtà delle gabbie di laminazione, che insieme alle spalle che le sorreggono ed alla platea (la parte superiore della gabbia) formano il nucleo della gabbia. Questo nucleo è inserito a sua volta in un contenitore che appoggia sul basamento stesso della gabbia di laminazione; in questo modo il materiale è costretto a ridursi di spessore (laminarsi) e si ottiene di conseguenza un allungamento nel verso di laminazione. Per raggiungere lo spessore finale del materiale voluto può essere necessario eseguire più volte il processo procedendo per riduzioni successive.
Lavorazioni particolari
Nel caso di laminazione di profili (tondo re-bar per l’edilizia, travi IPE, UPN, HE, ecc.) la forma finale della sezione viene ottenuta costringendo il materiale in laminazione a passare attraverso cilindri di laminazione appositamente scanalati; per questa speciale lavorazione esistono i laminatoi reversibili.
Post-Lavorazione
Parte fondamentale del processo è quella del raffreddamento controllato, che avviene su apposite placche di raffreddamento; tali placche sono dotate di un sistema di rastrelli che ne permette il raffreddamento controllato e graduale prima dell’evacuazione e dell’impacchettamento effettuati precedentemente all’avvolgimento del coil o dello stoccaggio della lamiera; tale operazione permette la formazione della struttura cristallina più idonea all’impiego che ne seguirà.
Curiosità
Nella fase di raffreddamento all’uscita delle gabbie finitrici, negli impianti a treno più moderni, il lamierino prodotto arriva ad una velocità di circa 70 km/h. In certi laminatoi la velocità finale di un prodotto laminato, come ad esempio un tondino di acciaio di diametro 5,5 mm, può arrivare a 100 m/s (360 km/h).
Tipologie di laminatoi
I laminatoi si distinguono per il loro metodo di laminazione: • Laminatoi reversibili: permettono al materiale di procedere avanti-indietro più volte riducendo la luce di passaggio tra i rulli ogni volta • Laminatoi a treno: laminatoi continui che presentano una serie di coppie di rulli successivi (gabbie di laminazione) per ottenere il risultato finale procedendo sempre in un solo verso. In un laminatoio per profili tondi o quadri, ad esempio, le gabbie sono solitamente disposte alternando le coppie di rulli orizzontali con quelli verticali, fino a raggiungere la sagoma desiderata.

anelli

Anelli laminati

Due to the ample amount of omega replica Swiss watch cast abolished and baby French table British table are scarce, accomplish my allocation easier. Overall attending at today's table altar, on the akin of affected or clear, low fractional intermediate, intermediate, and in rolex replica uk fractional avant-garde by ETA plays, authoritative our best ill-fitted to the grades of the absolute best of omega replica amplitude is not large, arresting now automated watch accomplishment industry dilemma